fbpx





Tag Archives: comunicato stampa

  • 0
brand

Cs Formaset – “YES, I START-UP”: 80 ORE PER TRASFORMARE LE TUE IDEE IN AZIONI, IL PROGETTO GRATUITO RIVOLTO AI GIOVANI UNDER30

Tags : 

In arrivo una nuova opportunità per i giovani che vogliono costruirsi un futuro puntando sull’auto-imprenditorialità o che semplicemente vogliono trasformare un’idea in un progetto. Il corso “Yes, I start-up” di Garanzia Giovani arriva a Mogliano Veneto (Tv): si tratta di un corso gratuito per under30 della durata di 80 ore finanziato da Ente Nazionale Microcreditoe realizzato da Formaset (l’ente accreditato che organizza i corsi nelle province di Venezia e Treviso). Tutto ciò grazie alla convenzione con il Comune di Mogliano Veneto per il rafforzamento del programma Garanzia Giovani nel territorio comunale.

Il corso prevede interventi mirati e organizzati appositamente a seconda della tipologia di “impresa” che si intende progettare, grazie ad una continua assistenza personalizzata. Ma vuole essere utile anche a chi non ha immediatamente l’ambizione di diventare imprenditore, come occasione di formazione per rafforzare le “soft skills”, ossia quegli attributi personalie le abilità comunicative necessarie per il successo sul lavoro, ma anche nella vita di tutti i giorni.

Per accedere al corso basterà essere iscritti al programma Garanzia Giovani (non essere studenti o lavoratori). La frequenza sarà attestata con il rilascio di un “Documento di Accompagnamento” a sostegno della validità delle competenze acquisite. Il termine per presentare la domanda è il 13 novembre.

I partecipanti che volessero mettersi in gioco nel mondo dell’imprenditoria al termine del corso potranno anche richiedere l’accesso al fondo “SELFIEmployment”, un prestito a tasso zero e senza necessità di garanzie per aiutare l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali giovanili.

Per iscrizioni: giovanimogliano@formaset.com.


  • 0
brand

Cs Formaset – OPPORTUNITÀ DI FORMAZIONE E LAVORO PER I DISOCCUPATI PER MIGLIORARE LE COMPETENZE NEL SETTORE DIGITALE

Tags : 

Rimanere senza lavoro, o non trovare sbocchi di impiego, è sempre un problema, specialmente se questo accade in età adulta, quando per molte aziende si è meno appetibili. Come uscirne? Bisogna reinventarsi, guardare alle reali esigenze delle aziende e acquisire nuove competenze. Da qui, il progetto “Crea il tuo lavoro e la tua impresa digitale”, realizzato da Formaset scarl in collaborazione con la Regione Veneto e con partner istituzionali come il Comune di Mogliano Veneto e l’Ordine dei Consulenti del lavoro di Venezia.
Si tratta di un percorso formativo che ha l’obiettivo di far acquisire ai partecipanti competenze specializzate nel settore digitale, attraverso un approccio personalizzato e un’analisi del fabbisogno formativo delle aziende. La scadenza per la presentazione della domanda è il 25 ottobre. Ancora 9 i posti disponibili per disoccupati selezionati della provincia di Venezia e del Comune di Mogliano Veneto.
Il percorso prevede un primo orientamento individuale, un intervento di orientamento specialistico di gruppo sulle opportunità del settore digitale, un corso per “Digital Marketing Specialist” e per chi avesse un’idea d’impresa anche un accompagnamento mirato. Per tre destinatari è inoltre garantita l’opportunità di effettuare un tirocinio di tre mesi in aziende partner specializzate nel settore del marketing digitale. I partecipanti potranno usufruire di un supporto all’inserimento lavorativo e nella gestione del proprio piano di ricerca di lavoro.
Il progetto sostiene i partecipanti con un indennizzo dell’ammontare dai 3 ai 6 euro all’ora in base alla situazione patrimoniale.
Per poter partecipare alla selezione sarà sufficiente presentare domanda accompagnata dallo stato di disoccupazione (DID), fotocopia fronte/retro del documento di identità e del codice fiscale e curriculum vitae aggiornato.
L’ammissione avverrà previo colloquio motivazionale, fissato per il 29 ottobre presso la sede operativa di Formaset Scarl a Mestre.

Per iscrizioni e candidature: info@formaset.com.


  • 0
FOIV ORIZZ COLORI

Cs Foiv – GIORNATA DELLA PREVENZIONE SISMICA. DOMENICA 20 OTTOBRE IN TRE PIAZZE DELLA PROVINCIA DI BELLUNO ESPERTI DI SICUREZZA SISMICA A DISPOSIZIONE DELLA CITTADINANZA PER SCOPRIRE SE LA PROPRIA CASA È SICURA

Tags : 

La mia casa è sicura? Quali incentivi e benefici posso sfruttare per riqualificarla e metterla a norma? Quali accorgimenti posso adottare? A queste e molte altre domande dei cittadini bellunesi risponderanno ingegneri e architetti esperti in prevenzione sismica nell’ambito della seconda Giornata nazionale per la Prevenzione Sismica, che avrà luogo domani, domenica 20 ottobre, anche nella nostra regione, coordinata dalla FOIV – Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto.

In provincia di Belluno si parlerà di prevenzione in Piazza dei Martiri (Belluno), in Piazzetta della Legna (Feltre) e in Piazza Roma (Cortina), dalle ore 9 alle 18, con l’obiettivo di far conoscere alla collettività l’importanza della sicurezza delle abitazionie spiegare in modo chiaro il rischio sismico, le variabili che possono incidere sulla sicurezza di un edificio e le agevolazioni finanziarie (Sima Bonus e Eco Bonus) oggi a disposizione per migliorare la sicurezza a spese quasi zero. Le Piazze della Prevenzione Sismica saranno inoltre l’occasione per promuovere e far conoscere a cittadini e amministratori di condominio il programma di “prevenzione attiva” Diamoci una Scossa!,che prevede per tutto il mese di novembre visite tecniche informative, da parte di Architetti e Ingegneri esperti in materia.

 

“In Veneto, anche se nessun comune raggiunge il massimo livello di allerta per il rischio sismico (livello 1) molti sono i casi di livello 2 e 3 – sottolinea il presidente della FOIV Pasqualino Boschetto -. Per questo è necessario che la cittadinanza sia informata: anche qui, nel nostro territorio, possono verificarsi dei terremoti. Il nostro obiettivo non è certamente quello di creare allarmismo, ma di far sapere alla popolazione che esistono delle opportunità di riqualificazione degli edifici, per migliorarne la resistenza al sisma. E questo anche beneficiando degli incentivi come il Sisma bonus, che prevede una detrazione fiscale dell’85%”.

 

La giornata a livello nazionale è promossa Fondazione Inarcassa, Consiglio nazionale degli Ingegneri e Consiglio nazionale degli Architetti, Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, con il supporto scientifico del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici, del Dipartimento Protezione Civile, della Conferenza dei Rettori Università Italiane, dellaRete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismicae di ENEA.


  • 0
FOIV ORIZZ COLORI

Cs Foiv – GIORNATA DELLA PREVENZIONE SISMICA. DOMENICA 20 OTTOBRE A MESTRE E A DOLO ESPERTI DI SICUREZZA SISMICA A DISPOSIZIONE DELLA CITTADINANZA PER SCOPRIRE SE LA PROPRIA CASA È SICURA

Tags : 

La mia casa è sicura? Quali incentivi e benefici posso sfruttare per riqualificarla e metterla a norma? Quali accorgimenti posso adottare? A queste e molte altre domande dei cittadini bellunesi risponderanno ingegneri e architetti esperti in prevenzione sismica nell’ambito della seconda Giornata nazionale per la Prevenzione Sismica, che avrà luogo domani, domenica 20 ottobre anche nella nostra regione, coordinata dalla FOIV – Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto.

In provincia di Venezia si parlerà di prevenzione in Piazza Ferretto (Mestre) e in Piazza Cantiere (Dolo), dalle ore 9 alle 18, con l’obiettivo di far conoscere alla collettività l’importanza della sicurezza delle abitazioni e spiegare in modo chiaro il rischio sismico, le variabili che possono incidere sulla sicurezza di un edificio e le agevolazioni finanziarie (Sima Bonus e Eco Bonus) oggi a disposizione per migliorare la sicurezza a spese quasi zero. Le Piazze della Prevenzione Sismica saranno inoltre l’occasione per promuovere e far conoscere a cittadini e amministratori di condominio il programma di “prevenzione attiva” Diamoci una Scossa!, che prevede per tutto il mese di novembre visite tecniche informative, da parte di Architetti e Ingegneri esperti in materia.

 

“In Veneto, anche se nessun comune raggiunge il massimo livello di allerta per il rischio sismico (livello 1) molti sono i casi di livello 2 e 3 – sottolinea il presidente della FOIV Pasqualino Boschetto -. Per questo è necessario che la cittadinanza sia informata: anche qui, nel nostro territorio, possono verificarsi dei terremoti. Il nostro obiettivo non è certamente quello di creare allarmismo, ma di far sapere alla popolazione che esistono delle opportunità di riqualificazione degli edifici, per migliorarne la resistenza al sisma. E questo anche beneficiando degli incentivi come il Sisma bonus, che prevede una detrazione fiscale dell’85%”.

 

La giornata a livello nazionale è promossa Fondazione Inarcassa, Consiglio nazionale degli Ingegneri e Consiglio nazionale degli Architetti, Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, con il supporto scientifico del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici, del Dipartimento Protezione Civile, della Conferenza dei Rettori Università Italiane, della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica e di ENEA.


  • 0
FOIV ORIZZ COLORI

Cs Foiv – GIORNATA DELLA PREVENZIONE SISMICA. DOMENICA 20 OTTOBRE A TREVISO, MONTEBELLUNA E CONEGLIANO ESPERTI DI SICUREZZA SISMICA A DISPOSIZIONE DELLA CITTADINANZA PER SCOPRIRE SE LA PROPRIA CASA È SICURA

Tags : 

La mia casa è sicura? Quali incentivi e benefici posso sfruttare per riqualificarla e metterla a norma? Quali accorgimenti posso adottare? A queste e molte altre domande dei cittadini trevigiani risponderanno ingegneri e architetti esperti in prevenzione sismica nell’ambito della seconda Giornata nazionale per la Prevenzione Sismica, che avrà luogo domani, domenica 20 ottobre, anche nella nostra regione, coordinata dalla FOIV – Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto.

In provincia di Treviso si parlerà di prevenzione a Treviso, in Piazza Borsa, a Montebelluna alla Loggia dei Grani Viale Fra’ Giocondo (Corso Mazzini) e a Conegliano alla Scalinata degli Alpini (Via Mazzini – Viale Giosuè Carducci), dalle ore 9 alle 18, con l’obiettivo di far conoscere alla collettività l’importanza della sicurezza delle abitazioni e spiegare in modo chiaro il rischio sismico, le variabili che possono incidere sulla sicurezza di un edificio e le agevolazioni finanziarie (Sima Bonus e Eco Bonus) oggi a disposizione per migliorare la sicurezza a spese quasi zero. Le Piazze della Prevenzione Sismica saranno inoltre l’occasione per promuovere e far conoscere a cittadini e amministratori di condominio il programma di “prevenzione attiva” Diamoci una Scossa!,che prevede per tutto il mese di novembre visite tecniche informative, da parte di ingegneri e architetti esperti in materia.

 

“In Veneto, anche se nessun comune raggiunge il massimo livello di allerta per il rischio sismico (livello 1) molti sono i casi di livello 2 e 3 – sottolinea il presidente della FOIV Pasqualino Boschetto -. Per questo è necessario che la cittadinanza sia informata: anche qui, nel nostro territorio, possono verificarsi dei terremoti. Il nostro obiettivo non è certamente quello di creare allarmismo, ma di far sapere alla popolazione che esistono delle opportunità di riqualificazione degli edifici, per migliorarne la resistenza al sisma. E questo anche beneficiando degli incentivi come il Sisma bonus, che prevede una detrazione fiscale dell’85%”.

 

La giornata a livello nazionale è promossa Fondazione Inarcassa, Consiglio nazionale degli Ingegneri e Consiglio nazionale degli Architetti, Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, con il supporto scientifico del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici, del Dipartimento Protezione Civile, della Conferenza dei Rettori Università Italiane, della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica e di ENEA.


  • 0
FOIV ORIZZ COLORI

Cs Foiv – GIORNATA DELLA PREVENZIONE SISMICA. DOMANI A ROVIGO ESPERTI DI SICUREZZA SISMICA A DISPOSIZIONE DELLA CITTADINANZA PER SCOPRIRE SE LA PROPRIA CASA È SICURA

Tags : 

La mia casa è sicura? Quali incentivi e benefici posso sfruttare per riqualificarla e metterla a norma? Quali accorgimenti posso adottare? A queste e molte altre domande dei cittadini di Rovigo risponderanno ingegneri e architetti esperti in prevenzione sismica nell’ambito della seconda Giornata nazionale per la Prevenzione Sismica, coordinata dalla FOIV – Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto. La Giornata farà tappa domani, domenica 20 ottobre, anche a Rovigo, allo spazio n° 15 via Cesare Battisti (fronte Gran Guardia, dalle ore 9 alle 18). Presso lo stand gli esperti saranno a disposizione dei rodigini per parlare di prevenzione, con l’obiettivo di far conoscere alla collettività l’importanza della sicurezza sismica delle abitazioni e spiegare in modo chiaro il rischio sismico, le variabili che possono incidere sulla sicurezza di un edificio e le agevolazioni finanziarie (Sima Bonus e Eco Bonus) oggi a disposizione per migliorare la sicurezza a spese quasi zero. La Piazza della Prevenzione Sismica (16 in tutto il Veneto) sarà inoltre l’occasione per promuovere e far conoscere a cittadini e amministratori di condominio il programma di “prevenzione attiva” Diamoci una Scossa!, che prevede per tutto il mese di novembre visite tecniche informative, da parte di ingegneri e architetti esperti in materia.

 

“In Veneto, anche se nessun comune raggiunge il massimo livello di allerta per il rischio sismico (livello 1) molti sono i casi di livello 2 e 3 – sottolinea il presidente della FOIV Pasqualino Boschetto -. Per questo è necessario che la cittadinanza sia informata: anche qui, nel nostro territorio, possono verificarsi dei terremoti. Il nostro obiettivo non è certamente quello di creare allarmismo, ma di far sapere alla popolazione che esistono delle opportunità di riqualificazione degli edifici, per migliorarne la resistenza al sisma. E questo anche beneficiando degli incentivi come il Sisma bonus, che prevede una detrazione fiscale dell’85%”.

 

La giornata a livello nazionale è promossa Fondazione Inarcassa, Consiglio nazionale degli Ingegneri e Consiglio nazionale degli Architetti, Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, con il supporto scientifico del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici, del Dipartimento Protezione Civile, della Conferenza dei Rettori Università Italiane, dellaRete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica e di ENEA.


  • 0
FOIV ORIZZ COLORI

Cs Foiv – GIORNATA DELLA PREVENZIONE SISMICA. DOMANI IN 16 PIAZZE DEL VENETO ESPERTI DI SICUREZZA SISMICA A DISPOSIZIONE DELLA CITTADINANZA PER SCOPRIRE SE LA PROPRIA CASA È SICURA

Tags : 

La mia casa è sicura? Quali incentivi e benefici posso sfruttare per riqualificarla e metterla a norma? Quali accorgimenti posso adottare? A queste e molte altre domande dei cittadini veneti risponderanno ingegneri e architetti esperti in prevenzione sismica nell’ambito della seconda Giornata nazionale per la Prevenzione Sismica che avrà luogo DOMANI, domenica 20 ottobre, anche nella nostra regione, coordinata dalla FOIV – Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto.

Saranno 16 le Piazze della prevenzione in Veneto, con l’obiettivo di far conoscere alla collettività l’importanza della sicurezza sismica delle abitazioni (dalle ore 9 alle 18) e spiegare in modo chiaro il rischio sismico, le variabili che possono incidere sulla sicurezza di un edificio e le agevolazioni finanziarie (Sima Bonus ed Eco Bonus) oggi a disposizione per migliorare la sicurezza a spese quasi zero. Le Piazze della Prevenzione Sismica saranno inoltre l’occasione per promuovere e far conoscere a cittadini e amministratori di condominio il programma di “prevenzione attiva” Diamoci una Scossa!, che prevede per tutto il mese di novembre visite tecniche informative, da parte di architetti e ingegneri esperti in materia.

LE PIAZZE. In provincia di Venezia gli stand saranno allestiti a Mestre in piazza Ferretto e a Dolo in piazza cantiere. Uno stand sarà a Padova, in via Altinate 59 (presso il Sottoportico Museo Storico 3^ Armata, Palazzo Camerini). Anche il Polesine partecipa con la città di Rovigo allestendo lo stand nello spazio n. 15 in via Cesare Battisti fronte Gran Guardia (all’interno della fiera Ottobre Rodigino). In provincia di Verona gli esperti ingegneri saranno in piazza Bra, a Veronafiere nell’ambito della Fiera del Condominio sostenibile e a Bardolino in piazza Catullo.  Per quanto riguarda la provincia di Treviso saranno presenti stand nel capoluogo (piazza Borsa), a Montebelluna (Loggia dei Grani) e a Conegliano (scalinata degli Alpini). Nel vicentino le piazze della prevenzione saranno nel capoluogo in Corso Andrea Palladio, a Bassano del Grappa presso l’Urban Center (via del Porto di Brenta) e a Schio in Piazzetta Garibaldi. In provincia di Belluno i punti informativi si troveranno a Belluno in Piazza dei Martiri, a Feltre in Piazzetta della Legna e a Cortina d’Ampezzo in Piazza Roma.

LA PREVENZIONE – “In Veneto, anche se nessun comune raggiunge il massimo livello di allerta per il rischio sismico (livello 1) molti sono i casi di livello 2 e 3 – sottolinea il presidente della FOIV Pasqualino Boschetto -. Per questo è necessario che la cittadinanza sia informata: anche qui, nel nostro territorio, possono verificarsi dei terremoti. Il nostro obiettivo non è certamente quello di creare allarmismo, ma di far sapere alla popolazione che esistono delle opportunità di riqualificazione degli edifici, per migliorarne la resistenza al sisma. E questo anche beneficiando degli incentivi come il Sisma bonus, che prevede una detrazione fiscale dell’85%”.

La giornata a livello nazionale è promossa Fondazione Inarcassa, Consiglio nazionale degli Ingegneri e Consiglio nazionale degli Architetti, Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, con il supporto scientifico del Consiglio Superiore dei Lavori pubblici, del Dipartimento Protezione Civile, della Conferenza dei Rettori Università Italiane, della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica e di ENEA. Sito web: www.giornataprevenzionesismica.it 


  • 0
brand

Cs Formaset – A MOGLIANO VENETO OPPORTUNITÀ DI FORMAZIONE E INSERIMENTO LAVORATIVO PER 12 GIOVANI

Tags : 

Per i giovani di Mogliano Veneto un’importante opportunità di formazione e inserimento lavorativo grazie ai progetti Garanzia Giovani realizzati da Formaset in materia di Digital Marketing e Marketing Turistico, nell’ambito della co-progettazione in materia di Politiche giovanili con il Comune di Mogliano Veneto. Queste opportunità verranno presentate durante un incontro aperto ai giovani che si terrà lunedì 21 ottobre, presso la biblioteca comunale (via De Gasperi 8), alle ore 17.
I due percorsi formativi sono rivolti ciascuno a 6 giovani tra i 18 e i 29 anni che non siano attualmente impegnati in ambiti lavorativi e che non frequentino percorsi di studio, dimostrando al contempo interesse nell’acquisire conoscenze specifiche nei principali canali di comunicazione digitale o nei meccanismi che caratterizzano i processi di marketing strategico volto al settore turistico.  Per completare la formazione, entrambe le iniziative prevedono al termine del corso un tirocinio di tre mesi in aziende del settore nei territori del trevigiano e del veneziano. Il tirocinio prevede una retribuzione mensile di € 450 al mese.
Per poter accedere alla selezione i giovani devono aderire al programma Garanzia Giovani e presentare la domanda di partecipazione e la documentazione necessaria all’indirizzo e mail info@formaset.com entro le ore 12 del 29 ottobre 2019.

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.formaset.com.

  • 0
FOIV ORIZZ COLORI

Cs Foiv – Gli ingegneri del Veneto riuniscono istituzioni e stakeholder del territorio per ripensare i processi di rigenerazione di Porto Marghera.

Tags : 

Venezia Mestre, 17 ottobre 2019.  Economia circolare, sostenibilità economica e ambientale, innovazione sono i temi connessi alla rigenerazione di Porto Marghera che saranno affrontati durante il convegno dal titolo “Soluzioni locali a problemi generali. La rigenerazione di Porto Marghera” in programma venerdì 18 ottobre dalle ore 9.30 presso Hotel NH Laguna Palace di Venezia Mestre. L’evento è promosso e realizzato da FOIV – Federazione Ordini Ingegneri Veneto, in collaborazione con l’Ordine Ingegneri di Venezia e col patrocinio del Consiglio Nazionale Ingegneri, della Regione del Veneto e del Comune di Venezia.

La Federazione Ordini Ingegneri Veneto intende promuovere un dibattito sulle opportunità che la rigenerazione urbana e territoriale associata a forme di economia circolare può offrire al territorio. Il caso di Porto Marghera rappresenta forse l’occasione più importante per sperimentare soluzioni innovative all’interno del territorio veneto: un territorio complesso, fatto di mille sfaccettature che travalicano i confini regionali per proiettarsi in una dimensione nazionale e internazionale.

La rigenerazione di quest’area – commenta Pasqualino Boschetto, Presidente FOIV – può rappresentare un nodo essenziale per l’economia circolare in quanto apre la strada alla razionalizzazione delle infrastrutture presenti, alla rivisitazione dei sistemi di trasporto, al miglioramento della vivibilità attraverso il progetto degli spazi pubblici, alla valorizzazione del patrimonio culturale. In particolare, potrà focalizzarsi sul recupero del patrimonio industriale per cui è in atto un processo di deindustrializzazione legato a trasformazioni economico-produttive e a processi di globalizzazione del mercato dove l’economia circolare costituisce un’occasione e uno strumento centrale per dare contenuto e forza attuativa ai processi di rigenerazione urbana sostenibile.”

Lo sviluppo e la riconversione del Polo Industriale di Porto Marghera – sottolinea Gianluca Forcolin, Vice presidente della Giunta regionale – è un tema di straordinaria complessità, data la numerosità dei soggetti interessati e l’articolazione delle problematiche ad esso connesse. È quindi indispensabile la sinergia fra tutti gli attori coinvolti negli accordi di programma già sottoscritti, per proseguire la realizzazione degli interventi previsti da tali accordi, consentendo di delineare un futuro possibile non solo per Porto Marghera, ma anche per il Porto di Venezia, componente essenziale per la ripresa dell’area. Il mio augurio è che si possa finalmente consolidare una effettiva prospettiva di rilancio dell’area, che dal punto di vista logistico e per capacità produttiva non ha eguali al mondo, dove molto è stato fatto e si sta facendo in termini di risanamento ambientale, di politiche industriali ed infrastrutturali”.

“Porto Marghera è stata la più grande concentrazione industriale d’Europa: una raffineria, un polo chimico integrato, i cantieri navali, l’alluminio, le vetrerie, i fertilizzanti, le materie plastiche. Un’area vasta, straordinariamente infrastrutturata, posta strategicamente all’incrocio delle direttrici europee Est-Ovest e al centro del sistema logistico di tutto il Nord Italia – spiega Luigi Brugnaro, Sindaco di Venezia Il nostro obiettivo come Amministrazione è che diventi un nuovo polo logistico e terziario al servizio dell’industria manifatturiera, consolidando gli insediamenti già esistenti, incentivando l’arrivo di nuovi, con la possibilità di utilizzare manodopera altamente specializzata. Ci sono le infrastrutture, le capacità manageriali e le condizioni perché ciò avvenga. Con l’Agenzia di Sviluppo che il Comune di Venezia ha istituito vogliamo accompagnare gli imprenditori che decideranno di investire sul territorio veneziano, fornendo loro tempi e costi certi. Valuteremo i progetti che saranno presentati in base all’interesse pubblico e al numero di posti di lavoro che potranno creare. A 100 anni dalla sua nascita, Porto Marghera può e deve tornare un luogo di lavoro e di sviluppo da cui far ripartire non solo Venezia, ma tutto il Paese. La sera dell’11 marzo 1954, in un laboratorio di una società mineraria diventata chimica, la Montecatini, Giulio Natta, prima di spegnere la lampada da tavolo, impugnò la penna stilografica e sull’agenda poggiata sulla scrivania scrisse tre parole semplicissime: “Fatto il polipropilene”. Un’invenzione che gli valse il premio Nobel nel 1963. Nei prossimi 50 anni, spero che l’impegno su Marghera frutti un altro premio Nobel per il nostro paese. Magari un nuovo Nobel sull’Economia circolare”

Le città sono luoghi ideali dove confrontarsi con le sfide della sostenibilità, della resilienza e dell’innovazione in quanto univocamente riconosciute come motore dello sviluppo. In tal senso, l’Europa sta investendo in progetti volti al contenimento delle emissioni di carbonio, all’alta efficienza sotto il profilo delle risorse, all’impronta ambientale ridotta e ad un approccio inclusivo allo sviluppo sociale.

Così, aspetti tipici dell’economia lineare nelle città europee diventano dei veri e propri paradossi: una tipica auto europea è parcheggiata per il 92% del suo ciclo di funzionamento; il 10-15% del materiale edile viene sprecato durante la costruzione; il 50% della superficie del territorio cittadino è utilizzato per strade e altre infrastrutture relative ai trasporti. Per questo ripensare la forma urbana e l’economia che la sostiene sono le chiavi per pervenire a delle soluzioni reali ed efficienti per combattere queste sfide complesse.

Un esempio potrebbe essere l’applicazione dei principi dell’economia circolare attraverso i quali rivedere il modo in cui operano attualmente i sistemi urbani, correggendo gli errori del passato e introducendo soluzioni intrinsecamente resilienti nel lungo periodo, capaci di ottimizzare l’utilizzo delle risorse disponibili e assicurare prosperità economica e benessere ai cittadini. Un ruolo chiave potrebbe essere svolto dalle cosiddette soluzioni basate sull’imitazione della natura (nature based solutions) che, nell’attuale quadro della politica di ricerca e innovazione dell’UE, rivestono un ruolo strategico. La sfida consiste nel portare soluzioni che imitano i processi biologici naturali per migliorare la sostenibilità, proteggere i paesaggi urbani, creare ambienti di alta qualità ed efficienti per i cittadini, in termini di utilizzo delle risorse.

Con quest’iniziativa FOIV intende dare continuità al filone iniziato nel 2015 con gli studi e l’approfondimento proposto dagli ingegneri veneti sul significato dell’area metropolitana veneta per offrire al territorio un momento di incontro, confronto e riflessione sul tema della rigenerazione di Porto Marghera.

Inserendo il caso specifico all’interno delle dinamiche proprie dell’attuale momento storico e comuni a tutti i paesi industrializzati, è possibile individuare spunti e soluzioni da poter applicare a livello locale, laddove le scelte vanno a ricadere. Così, attraverso delle relazioni generali di inquadramento del tema e due tavole rotonde alla quale partecipano diversi portatori di interessi e decisori politici, si cercherà di pervenire ad delle proposte fattive che possano supportare il processo di rigenerazione urbana attraverso strumenti e politiche di innovazione, competenze proprie degli ingegneri.

Apriranno i lavori con i saluti iniziali alle ore 9.30 Mariano Carraro, Presidente Ordine degli Ingegneri di Venezia; Pasqualino Boschetto Presidente FOIV e Piero Pedrocco Presidente CRSUV. Seguirà la relazione introduttiva “Riqualificazione di Porto Marghera” di Alessandro Bove Coordinatore Gruppo di Lavoro FOIV – Riqualificazione Porto Marghera. Alle ore 10.00 sarà la volta degli interventi delle Istituzioni con Pier Paolo Baretta Sottosegretario Ministero dell’Economia e delle Finanze; Gianluca Forcolin, Vice Presidente Regione del Veneto e Luigi Brugnaro Sindaco del Comune di Venezia. Parteciperanno alla prima tavola rotonda “I fattori tecnici per favorire la trasformazione e la riqualificazione di Porto Marghera” moderata da Roberto Scibilia, Componente Gruppo di Lavoro FOIV Riqualificazione Porto Marghera, Ezio Micelli Professore di Estimo e Valutazione economica dei progetti Università IUAV di Venezia; Bruno Barel Avvocato BM&A Studio Legale e Andrea Razzini Direttore Generale Gruppo Veritas. Prenderanno parte invece alla seconda tavola rotonda “Governance e finanziamenti”, moderata da Maurizio Tira, Rettore Università degli Studi di Brescia, Vincenzo Marinese Presidente Confindustria Venezia; Gianni Massa Vice Presidente CNI e Fabio Dattilo Capo del Corpo nazionale VVF. A trarre le conclusioni della mattinata di lavori sarà, alle ore 13.40, Pasqualino Boschetto Presidente FOIV.


  • 0
brand

Cs Formaset – A MESTRE “CREA IL TUO LAVORO E LA TUA IMPRESA DIGITALE” IL PROGETTO ROSA CHE VUOLE VALORIZZARE L’IMPRESA FEMMINILE

Tags : 

Donne in prima linea. È questo il motto del nuovo progetto Fabwoman “Crea il tuo lavoro e la tua impresa digitale” che si terrà a Mestre (VE) e che vedrà coinvolte 8 donne disoccupate o occupate residenti in Veneto. La scadenza per l’invio delle candidature per effettuare i colloqui di selezione è fissata per il 14 ottobre, quando saranno valutate motivazione e idee imprenditoriali delle candidate.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di creare delle figure altamente specializzate, dotate però di competenze trasversali, sostenendo l’occupazione femminile, in un mercato del lavoro sempre più digitale. Si tratteranno i temi dell’autoimpiego e dell’autoimprenditorialità, mirando a rendere le lavoratrici autonome e competenti nella realizzazione della loro idea d’impresa, assicurando un pieno supporto, dagli aspetti burocratici a quelli organizzativi e finanziari.

Il progetto, totalmente gratuito, prevederà per tutte le partecipanti 40 ore di corso “Crea il tuo lavoro e la tua impresa digitale”, durante il quale sarà fornito supporto nella fase iniziale di progettazione dell’idea imprenditoriale.

Successivamente, tramite 20 ore di consulenza individuale “Dall’idea all’impresa”, le aspiranti imprenditrici saranno assistite da esperti nella redazione di un piano d’impresa personalizzato a cui seguiranno 16 ore di intervento formativo “Faboulous woman” che renderà le partecipanti in grado di esporre con successo il loro concept al pubblico e alle aziende. Il percorso formativo si concluderà con ulteriori 16 ore del laboratorio “Fablab Woman” che renderà concrete le competenze acquisite.

Per partecipare al bando è necessario compilare la scheda di iscrizione disponibile nel sito www.formaset.com e inviarla con codice fiscale,documento di identità, autocertificazione del titolo di studio e curriculum vitae alla mail fabwoman@formaset.com. Per le partecipanti inoccupate sarà necessario iscriversi ad un Centro per l’Impiego acquisendo la propria DID.

Il progetto è finanziato dalla Regione Veneto tramite Fondo sociale europeo ed è realizzato da Formaset Scarl in partenariato con la Camera di commercio di Venezia-Rovigo e di Treviso-Belluno.